Skip to content

liberalismo religioso

1 giugno 2009

John Henry Newman(21 febrraio1801- 11 agosto 1890), di cui è in corso la causa di beatificazione, e per cui è stato fatto il sito http://www.newmancause.co.uk/,  dava la seguente definizione di “liberalismo religioso”: “Il liberalismo religioso è la dottrina secondo la quale non esiste nessuna verità positiva in campo religioso, ma che qualsiasi credo è buono come qualunque altro; e questa è la dottrina che, di giorno in giorno, acquista consistenza e vigore. Questa posizione è incompatibile con ogni riconoscimento di una religione come vera. Esso insegna che tutte sono da tollerare, in quanto sono tutte materia di opinione. La religione rivelata non è verità, ma sentimento e gusto, non fatto obiettivo.” La religione rivelata non è verità, ma sentimento e gusto, non fatto obiettivo. […] Ogni individuo ha diritto a interpretarla a modo suo”. Come non accorgersi della attualità delle sue parole?

 

A cosa serve la verità? La verità è la “Verità” in quanto non può essere privatizzata, altrimenti non sarebbe la Verità.

La morale è la guida della persona affinché egli non la deturpi secondo i suoi desideri, non faccia di/con essa un opera delle sue mani. L’uomo è una persona libera e può scegliere tra il bene e il male, la vita e la morte. Sappiamo fare il bene se sappiamo cosa sia il  bene. Quello che più danneggia la società è la disgregazione della famiglia. Il bene della persona è infatti la comunità che lo accoglie e sa guidarlo durante la sua crescita  e scoprire la sua vocazione  e missione, nonché il senso della vita e il suo destino ultimo che è la vita eterna. Privarlo di questo bene, di questa verità è privarlo anche dei beni di questi vita che sono la fraternità tra gli uomini, i valori, l’amore, la famiglia, il lavoro. Non ci sono prezzi che possano sostituire queste cose: “A che giova guadagnare il mondo intero se poi si perde la propria anima?”. Del resto vediamo a cosa porta la disgregazione della famiglia: bullismo, narcisismo, incapacità di assumersi responsabilità, mancanza del proprio ruolo, droga, e idoli che distruggono la persona nella forma di malattia come l’anoressia e la bulimia per il piacere del successo e altre piaghe sociali, povertà criminalità ecc…Questo ci fa vedere che la verità ha sempre a che fare con la comunità, la società, e non è una chimera personale e intimistica ma è essa stessa un bene sociale che va condiviso per la crescita della comunità e dei suoi membri. Dio non è un fatto privato in quanto “Il verbo si fece carne, e venne ad abitare in mezzo a noi”.

(Su Gesù, vedi la pagina ad hoc su questo blog).

John Henry Newman

John Henry Newman

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: