Skip to content

Inquietante il linciaggio mediatico contro Boffo

7 settembre 2009

[…]Forse non ha torto il Vescovo siciliano di Mazara del Vallo, Mons. Domenico Mogavero, che a proposito della lettera anonima (circa le accuse infamanti contro Boffo) pervenuta a tutti i vescovi, parla di “avvertimento mafioso”: «L’ho ricevuta anche io, poco prima di Pasqua. È un momento di grande imbarbarimento, questa storia si contorna sempre più di tinte sgradevoli. Ho subito pensato che fosse un’operazione pilotata da qualcuno, diretta a noi vescovi, un’operazione squallida, quasi un avvertimento mafioso. A me è arrivata una fotocopia, ma c’era tanto di carta intestata, e il pezzo riconduceva al casellario giudiziario. Le ipotesi dunque sono due: o qualcuno ha messo mano a documenti riservati – e questo è estremamente grave – o qualcuno ha diffuso la notizia falsa per far scoppiare una bomba ad orologeria».[…]

Il 20 agosto scorso, infatti, alcuni giorni prima che scoppiasse il caso Boffo, Mons. Domenico Mogavero –  che è anche presidente del consiglio Cei per gli Affari giuridici – a proposito della “telenovela” sulle presunte trasgressioni morali del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (smentite dal Premier attraverso le pagine del settimanale “Chi”), aveva dichiarato: “Non sono sufficienti le assicurazioni affidate al suo settimanale Chi. Se non ha niente da nascondere, il premier risponda, una volta per tutte, alle accuse che gli sono state mosse, smentisca con le prove chi mette in dubbio la sua moralità, vada a dirlo in Parlamento, denunci alla magistratura i suoi presunti calunniatori. E aspetti fiducioso che la legge faccia il suo corso”. Mons. Mogavero chiese al Premier di fare chiarezza “su tutta questa dolorosa vicenda, assumendosi le sue responsabilità in Parlamento”. “Non basta, proseguiva il Vescovo mazarese, dirlo a giornali patinati come Chi o Vanity, più abituati a parlare di spettacoli e veline. Ormai sono mesi che importanti organi di informazione come Repubblica, Famiglia Cristiana, Avvenire – ma anche mass media esteri- raccontano dei comportamenti del premier, mettendo a dura prova la coscienza non solo dei cattolici, ma di tanta parte dell’ opinione pubblica. E’ tempo ormai che Berlusconi faccia piena luce nelle sedi opportune, a partire dal Parlamento, senza limitarsi ad attaccare chi lo accusa senza entrare nel merito del caso. Ormai non può far più finta di niente”.

Il linciaggio mediatico riservato a Dino Boffo (con conseguente atto dimissionario da parte dell’interessato) rimane inquietante ed estremamente pericoloso. Gli attacchi contro gli esponenti del mondo cattolico sono notevolmente e gravemente aumentati.

Leggi tutto….Qualcuno prima o poi si farà male, Cogitor

2 commenti leave one →
  1. ombretta permalink
    8 settembre 2009 12:05

    Sono assolutamente e totalmente d’accordo con il vescovo. Ultimamente mi capita sempre più spesso di essere d’accordo con esponenti del clero e questo un po’ mi preoccupa ma tant’è!!! Il problema è che viviamo in un mondo italiano dove le principali notizie – purtroppo- riguardano le paranoie del ns vecchio premier che disperatamente cerca di essere un “giovanotto” ,si stupisce che gli chiaccherino intorno e soprattutto non sa mai niente di quello che scrivono i suoi giornali……

  2. Alessandro permalink*
    8 settembre 2009 13:23

    La questione sociale-politica italiana è veramente strana: noi che proveniamo da una medesima cultura, quella cristiana cattolica(Non possiamo non dirci cristiani, Benedetto Croce), litighiamo e ci divoriamo come se parlassimo lingue diverse!Va bene il confronto, il dibattito e perfino lo scontro politico, ma una politica e un informazione contraria alla nostra cultura, dove mai ci potrà portare?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: