Skip to content

lo scandalo causa di perdizione e di morte

27 settembre 2009

Guai al mondo per gli scandali! E’ inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!” (Mt 18,7)Forse “è meglio per te entrare nel regno di Dio “ senza qualcuno dei tuoi arti, rinunciare ad una parte di te, “anziché essere gettato (intero)nella Geènna”. Inutili sono le mutilazioni se non servono a sradicare il male; occorre fare un ‘altra operazione chirurgica:tagliare le mani che vogliono manipolare la vita; i piedi che ci pongono sugli altri, e perché no, che danno un calcio alla verità; l’occhio che vede se stessi al centro di tutto, l’egoismo insomma.Ma senza questi arti, se mutilati, come potremmo vivere? Infatti è quello che facciamo, quando compiamo il male non perdiamo la capacità di andare verso la luce?  Di prendere il pane della vita? Di vedere la verità? Non è forse una mutilazione il peccato che ci toglie tutte queste cose?Noi insomma ci serviamo di noi stessi per fare il male! E con tutto noi stessi!Ma quale male, non siamo forse persone per bene? Il male può avere diverse modalità di attuazione. Forse chi ti ha dato un calcio sullo stinco, l’ha fatto per rabbia; ma le persone in giacca e cravatta che ti ti dicono: non credere, Dio non esiste, non hai bisogno di Dio, hanno già scandalizzato, hanno messo un impedimento al tuo sentiero verso la verità; queste parole sono sufficienti per andare all’inferno, “dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue” (Mc 9,48).

Poi la morte e gli inferi furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la seconda morte” (Ap 20,14)

La Geenna è una valle di Gerusalemme dove gli israeliti immolavano i loro figli agli idoli.Considerato perciò maledetto era diventato l’immondezzaio di Gerusalemme, dove venivano bruciati i rifiuti:

Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome”. (Ap 14,11)

La questione sullo scandalo è presentato insieme ad un caso di esorcismo:

“Signore abbiamo visto uno che scacciava i demoni…”.

Vale la pena spendere qualche parola su ‘colui’ che può essere l’origine e la causa di ogni scandalo, il Diavolo

Voi che avete per padre il diavolo, e volete compiere i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna.” (Gv 8,44)

Non per questo però crediamo che anche altri non possano fare del bene, e addirittura scacciare demoni nel nome di Gesù:

“..e glielo abbiamo impedito”

“Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi.”

Ricordiamo le parole di Paolo VI nell’udienza del 15 novembre 1972:

“Nulla ci importano le deficienze che sono nel mondo? Le disfunzioni delle cose rispetto alla nostra esistenza? il dolore, la morte? la cattiveria, la crudeltà, il peccato, in una parola, il male? e non vediamo quanto male è nel mondo? specialmente, quanto male morale, cioè simultaneamente, sebbene diversamente, contro l’uomo e contro Dio? Non è forse questo un triste spettacolo, un inesplicabile mistero?[…]Troviamo il peccato, perversione della libertà umana, e causa profonda della morte, perché distacco da Dio fonte della vita (Rom. 5, 12), e poi, a sua volta, occasione ed effetto d’un intervento in noi e nel nostro mondo d’un agente oscuro e nemico, il Demonio. Il male non è più soltanto una deficienza, ma un’efficienza, un essere vivo, spirituale, pervertito e pervertitore. Terribile realtà. Misteriosa e paurosa.”

Ogni nostro gesto e azione impegna tutto il nostro essere, tutta la persona. Non si può rubare con una mano e con l’altra fare l’elemosina.

Se un arto è stato strumento di un peccato tutta la persona ha peccato.

L’aborto non rientra nella questione di questo vangelo? Se si decide di abortire, è una decisione che riguarda solo il grembo materno o tutta la persona? Possiamo forse dire che la soppressione di un embrione, riguarda solo la placenta e non anche il pensiero, l’anima, il ‘cuore’, la persona?

Non si tratta dunque di tagliare, ma di unificare la persona, mente e corpo, nell’amore di Dio, nello Spirito Santo.

Di tagliare i rami dell’’albero della conoscenza del bene e del male’, la cui radice è l’incredulità!

E quando sarà venuto(il consolatore), egli convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio. Quanto al peccato, perché non credono in me (Gv 16,9 )

Fil 3,9 e di essere trovato in lui, non con una mia giustizia derivante dalla legge, ma con quella che deriva dalla fede in Cristo, cioè con la giustizia che deriva da Dio, basata sulla fede.

Tenendo fisso lo sguardo su Gesù, autore e perfezionatore della fede.”(Eb 12,2)

corro verso la mèta per arrivare al premio che Dio ci chiama a ricevere lassù, in Cristo Gesù.” (Fil 3,14)

Alessandro

Liturgia e commenti

Antifona d’ingresso
Signore, tutto ciò che hai fatto ricadere su di noi
l’hai fatto con retto giudizio;
abbiamo peccato contro di te,
non abbiamo dato ascolto ai tuoi precetti;
ma ora glorifica il tuo nome e opera con noi
secondo la grandezza della tua misericordia. (Dn 3,31.29.30.43.42)

Colletta
O Dio, che riveli la tua onnipotenza
soprattutto con la misericordia e il perdono,
continua a effondere su di noi la tua grazia,
perché, camminando verso i beni da te promessi,
diventiamo partecipi della felicità eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…

Num 11,25-29
Sei tu geloso per me? Fossero tutti profeti nel popolo!

Sal 18

I precetti del Signore fanno gioire il cuore.

Giac 5,1-6
La vostre ricchezze sono marce.

Canto al Vangelo (Gv 17,17)
Alleluia, alleluia.
La tua parola, Signore, è verità;
consacraci nella verità.
Alleluia.

Mc 9,38-43.45.47-48
Chi non è contro di noi è per noi. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala.

Dal Vangelo secondo Marco
In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi.
Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa.
Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, è molto meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala: è meglio per te entrare nella vita con una mano sola, anziché con le due mani andare nella Geènna, nel fuoco inestinguibile. E se il tuo piede ti è motivo di scandalo, taglialo: è meglio per te entrare nella vita con un piede solo, anziché con i due piedi essere gettato nella Geènna. E se il tuo occhio ti è motivo di scandalo, gettalo via: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, anziché con due occhi essere gettato nella Geènna, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue».

Parola del Signore

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: