Skip to content

SS angeli custodi

2 ottobre 2009

“Gli Angeli del Signore ti custodiranno in tutte le tue vie” Santi Angeli custodi
Eremo di san Biagio

La liturgia ci ha fatto incontrare, pochi giorni fa gli Arcangeli; oggi ci rende consapevoli di un’altra verità. È antica tradizione quella che afferma il nostro essere protetti da un Angelo custode. A ciascuno il suo Angelo!
Il nome Angelo non designa la natura di questi esseri del tutto spirituali ma la loro funzione che è quella di aiutarci a lasciarci salvare. Solo Dio, attraverso il mistero della morte e resurrezione di Gesù, solamente Dio può salvare l’uomo! Sì, ogni uomo, anche il più delinquente. Purché, nell’esercizio della sua volontà libera, egli si lasci salvare.
Ma quanto groviglio di passioni, quanta aberrazione nella vita di chi vive un orizzontalismo tale da soffocare, in cero senso, la parte sua più nobile: lo spirito. Ecco, gli Angeli (e in particolare gli Angeli custodi) hanno il compito di aiutarci a spiritualizzare la vita. Il che non significa vivere di spiritualismi che deformano e tradiscono la realtà. Anzi, la stessa mia sacrosanta dimensione corporea è dal mio Angelo protetta e aiutata a espandersi e a esprimersi secondo il disegno di Dio.
Quel mondo che è invisibile (per ora ai nostri occhi mortali) è colmo, grazie a Dio, di questi esseri che agiscono anche se, solitamente, noi non ne avvertiamo il “come”.

Oggi, nel mio rientro al cuore, amo riposare la mente e il cuore in questa consolantissima realtà: Dio ha affidato anche agli Angeli la mia vita perché io non precipiti fuori dal suo Amore, anzi me ne lasci inondare, pacificare, vivificare, perché è salvezza.

Signore, grazie, fortissimamente grazie per l’Angelo Custode. Rendimi desto al suo starmi accanto per aiutarmi a gettar giù i muri del non-amore e a spalancarmi attivo all’amore che è salvezza per me e per i miei fratelli.

La voce di un dottore della Chiesa
Gli spiriti immortali e beati, che abitano le sedi dei cieli e godono della partecipazione al loro Creatore – per la cui eternità sono saldi, nella cui verità sono certi, per il cui dono sono salvi – amano con grande misericordia noi, mortali e miseri, desiderando che diventiamo beati e immortali; però non vogliono, e a buon diritto, che noi a loro sacrifichiamo, ma solo a Colui per il quale sanno che noi e loro siamo un sacrificio.
S.Agostino

liturgia e commenti

Liturgia e commentiColletta
O Dio, che nella tua misteriosa provvidenza
mandi dal cielo i tuoi Angeli
a nostra custodia e protezione,
fa’ che nel cammino della vita
siamo sempre sorretti dal loro aiuto
per essere uniti con loro nella gioia eterna.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…

Es 23,20-23
Mando un angelo davanti a te.

Dal libro dell’Èsodo
Così dice il Signore: “Ecco, io mando un angelo davanti a te per custodirti sul cammino e per farti entrare nel luogo che ho preparato.
Abbi rispetto della sua presenza, ascolta la sua voce e non ribellarti a lui; egli infatti non perdonerebbe la vostra trasgressione, perché il mio nome è in lui.
Se tu ascolti la sua voce e fai quanto ti dirò, io sarò il nemico dei tuoi nemici e l’avversario dei tuoi avversari.
Il mio angelo camminerà alla tua testa e ti farà entrare nella terra promessa”.

Parola di Dio

Il Signore manda i suoi angeli sul nostro cammino.(sal 90)

Tu che abiti al riparo dell’Altissimo
e dimori all’ombra dell’Onnipotente,
di’ al Signore: “Mio rifugio e mia fortezza,
mio Dio, in cui confido”.

Egli ti libererà dal laccio del cacciatore,
dalla peste che distrugge.
Ti coprirà con le sue penne,
sotto le sue ali troverai rifugio.

La sua fedeltà ti sarà scudo e corazza;
non temerai i terrori della notte
né la freccia che vola di giorno,
la peste che vaga nelle tenebre,
lo sterminio che devasta a mezzogiorno.

Non ti potrà colpire la sventura,
nessun colpo cadrà sulla tua tenda.
Egli darà ordine ai suoi angeli
di custodirti in tutti i tuoi passi.

Canto al Vangelo (Sal 102,20-21)
Alleluia, alleluia.

Benedite il Signore
voi tutti suoi angeli,
suoi ministri,
che fate il suo volere.

Alleluia.

Mt 18,1-5.10
I loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli

Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: “Chi dunque è il più grande nel regno dei cieli?”.
Allora Gesù chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: “In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me.
Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli”.

Parola del Signore

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: