Skip to content

USA, nuova Bisanzio

7 novembre 2009

Per lo stratega del Pentagono, autore del libro «La grande strategia dell’Impero bizantino» in uscita da Rizzoli,  gli Stati Uniti devono imparare dall’esperienza di governo più duratura della storia – quella appunto di Bisanzio – l’intelligenza prima della forza.

Edward Luttwak, lo stratega militare di origine romena che ha fatto da consulente al Pentagono e al consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, è da almeno trent’anni convinto che le grandi potenze devono tenersi fuori dai conflitti regionali – a meno che non rappresentino un interesse nazionale chiave. Analogamente pericoloso per i Paesi avanzati, come gli Stati Uniti, è farsi trascinare nella lotta di guerriglia e nelle operazioni di controinsorgenza. Iraq e Afghanistan a suo dire non fanno eccezione. Delle sue teorie militari Luttwak ha trovato conferma nella storia. Se nella Grande strategia dell’Impero romano Luttwak aveva visto in Roma un esempio di forza imponente usata come mezzo di dissuasione, in La grande strategia dell’Impero bizantino, in uscita da Rizzoli (pagine 500, euro 25,00), ha identificato nella Costantinopoli imperiale la lezione di un impero che sa gestire le sue risorse, tenere a bada i nemici e preservare la sua esistenza senza essere costantemente in guerra. Una strategia che potrebbe insegnare molto ai moderni generali americani.

su A-vvenire:

leggi: Luttwak:”USA, nuova Bisazio

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: